Tag Archives: assenza

Silenzio-assenza

Silenzio. Silenzio-assenza di musica e parole, silenzio pelle e occhi,

silenzio di intenzioni inespresse di bisogni inesprimibili.

Sogno orsi e intanto muoio piano.

Lentamente mi appanno, mi sfuoco.

Il mio profumo e la mia luce.

Le mie labbra e i miei bracciali.

Le gonne leggere che metto per la gioia di scivolare sotto le tue mani,

gonne invito non complicate.

Silenzio di agonia

Silenzio che sfugge il dramma

Silenzio che non cinge,

che non stringe e che non lega.

Silenzio-libertà?


Salvami

Da quando hai paura del silenzio? Da quando non è più benedetto? O lo è, ancora, non è forse grazie a questo silenzio (non voluto, non sperato) se ora le tue dita si svegliano alla voglia di scrivere. Ti sei abituata troppo bene, questo è. Di già, diosantissimo? Eh. Già.

Ora sei ferma per quattro ore e hai già paura, paura che nessuno ti inviti più a ballare, paura di perdere il prossimo giro di walzer, oppure di non sentirne più l’allegria, il brillio, la vita che ti sbatte nelle vene.

Scrivi. Ora scrivi. La vita non la sai vivere e scrivere allo stesso tempo, è un tuo limite. Ora ferma, bloccata per i polsi.. no, non per i polsi (sorridi), bloccata all’altezza dello sterno. Non è una mano che carezza, non sono dita come manette di seta, come bavagli di velluto, no, è un peso ignorante e grezzo, un ginocchio, potrebbe essere, no, troppo sensibile e fasciato di nervi, un sasso, uno zaino pieno di sassi, un anomimo freddo oggetto piazzato lì, sotto le costole, ben sopra l’ombelico, lì.

Che ti inchioda, nel punto in cui a una farfalla infilzerebbero uno spillo. Anche tu sbatti le ali, le tue ali nero inchiostro sulla pagina troppo a lungo disertata, su questa pagina che ti ha chiamato come un grido: salvati.

Salvami.

httpv://www.youtube.com/watch?v=mi4Kn0HcBPE